Tempo di Latina

Bandiere blu e sogni rosa

 

E quando tutti pensavano che non se ne sarebbe neanche più parlato, quando ormai le prime pagine dei quotidiani erano talmente stanche che addirittura scomparvero, quando a furia di Groupon avevano imparato tutti a prenotarsi il centro wellness comprensivo di percorso spa, massaggio di coppia, pernottamento e cena a 50 euro, quando insomma tutto sembrava finito e conservato solo nella fluttuante memoria degli anziani, fu proprio in quel momento che arrivò la Bandiera Blu a riaccendere i sogni. In realtà il sillogismo appare azzardato, però onore al coraggio. Cosa accade? Che la Bandiera blu conquistata dal mare di Latina, la cui acqua sarebbe pulita e incontaminata, ha in qualche modo fatto volgere lo sguardo ad altra acqua. Quella termale per la precisione. E quivi (scusate l’arcaismo, stimolato dall’argomento) una domanda nasce spontanea (scusate la banalità, stimolata dall’argomento): ma le terme si possono o non si possono fare? A un certo punto era stato detto che il getto non fosse abbastanza o abbastanza potente da poter essere sfruttato per un impianto. E all’improvviso, grazie alla Bandiera blu, acquista in energia e potenziale?

Scrivi un commento

Commenti

  • simonetta (martedì, 03. giugno 2014 04:31)

    se questo fosse vero(!!!!!!!):bandiera blù, acque termali , parco nazionale etc etc..ma io vedo che i grandi progetti che si fanno a latina( perché a latina si fanno solo grandi progetti)non seguono
    una logica:ma la pista ciclabile , la passeggiata non sarebbe stata più naturale nella parte del parco?mah!!!

Inserisci il codice
* Campi obbligatori
Attenzione: tieni presente che i contenuti di questo modulo non sono criptati

IL PATTO DI MISAMBOR

     IL PATTO DI MISAMBOR

Pianeta Terra, anno 12065. Dopo millenni di battaglie tra tecnologici, ambientalisti e religiosi viene firmato il Patto di Misambor grazie al quale l’uomo dovrebbe vivere felice e in pace per l’eternità. Infatti per i primi secoli le cose vanno esattamente così. Ma “eternità” è parola grossa da digerire: per questo motivo nel Patto di Misambor vengono inserite due clausole: la prima, richiesta dagli ambientalisti, esige che comunque sia previsto un ciclo nascita-crescita-maturità-vecchiaia. La seconda, richiesta dai religiosi e ben più complessa, sancisce la possibilità della morte. Qualunque essere umano muore nel momento in cui sulla terra nessuno gli vuole più bene.

Non c’è neanche uno straccio di astronave in questo romanzo ambientato tra diecimila anni, né si va a passeggio tra le stelle e tantomeno tra le scimmie. In fondo l’umanità riesce sempre a superare se stessa.

 

Autore: Maria Corsetti

Titolo: Il Patto di Misambor

Editore: Falco Editore

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 112

Prezzo: 10 euro

Copertina di Lorenzo Moriconi

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Maria Corsetti 04100 LATINA