I racconti della professoressa Corsetti

La professoressa Corsetti: 80 anni, zitella, insegnante in pensione

La professoressa Corsetti: nata a Cori il 18 dicembre 1932, insegnante di liceo in pensione, zitella, risiede a Latina

Ho ottanta anni, la stessa identica età di Latina. Sono nata il 18 dicembre 1932, quel giorno veniva inaugurata Littoria. La prima pietra era stata posta a giugno, io ero stata concepita un po' prima, ma alla fine che cambia? Ci siamo presentate al mondo nelle stesse ore e dopo 80 anni siamo ancora su questa terra.

Io ho cambiato residenza. Quando sono scesa in pianura, Littoria aveva già cambiato nome. Faccio parte di quei popoli dimenticati da chi racconta questa città senza conoscerla. Si parla di incroci tra veneti e napoletani. Ma i veneti si sono incrociati pochissimo, almeno le prime due generazione, i napoletani sono arrivati dopo.

Io sono della razza dei Monti Lepini, precisamente di Cori che nei suoi millenni di storia di incroci ne ha visti eccome. Quindi ho la pelle e gli occhi chiari, ma chissà se la gente veneta c'entra qualcosa con qualche mio antico antenato. Per quanto mi ricordi le mie origini sono tutte su queste colline che guardano il mare.

Nel mare c'è il perché del mio venire a Latina. Per stare vicino al mare. Ci sarei voluta anche andare ad abitare sul mare, ma non è stato possibile. Ma questo lo capirete più avanti, nei miei racconti.

Sono single. Si può essere single a ottant'anni? A Cori direbbero che sono una "zitellona" o, nell'intento di usarmi riguardo, mi chiamerebbero "signorina". Però ho studiato all'università e insegnato al liceo, il che non era proprio comune a quell'epoca. Diciamo che ho tolto tutti dall'imbarazzo conquistando il titolo di professoressa. Così dicendo la "professoressa Corsetti" nessuno ha bisogno di aggiungere nulla.

IL PATTO DI MISAMBOR

     IL PATTO DI MISAMBOR

Pianeta Terra, anno 12065. Dopo millenni di battaglie tra tecnologici, ambientalisti e religiosi viene firmato il Patto di Misambor grazie al quale l’uomo dovrebbe vivere felice e in pace per l’eternità. Infatti per i primi secoli le cose vanno esattamente così. Ma “eternità” è parola grossa da digerire: per questo motivo nel Patto di Misambor vengono inserite due clausole: la prima, richiesta dagli ambientalisti, esige che comunque sia previsto un ciclo nascita-crescita-maturità-vecchiaia. La seconda, richiesta dai religiosi e ben più complessa, sancisce la possibilità della morte. Qualunque essere umano muore nel momento in cui sulla terra nessuno gli vuole più bene.

Non c’è neanche uno straccio di astronave in questo romanzo ambientato tra diecimila anni, né si va a passeggio tra le stelle e tantomeno tra le scimmie. In fondo l’umanità riesce sempre a superare se stessa.

 

Autore: Maria Corsetti

Titolo: Il Patto di Misambor

Editore: Falco Editore

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 112

Prezzo: 10 euro

Copertina di Lorenzo Moriconi

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Maria Corsetti 04100 LATINA