Festa del papà 2016

IL MIO VIAGGIO CON PAPÀ

 

 

Una macchina scattante

Il mio papà è alla sua guida!

Regge forte quel volante

E intanto mi confida

Mi confida la sua gioia

Di avermi lì vicino

Dice: " Guarda c'è una scorciatoia..."

Poi mi fa l'occhiolino

Attraverso lo specchietto

E per me è come un bacetto

Quando sto con il mio papà

Tutto il mondo si colora di felicità

 

Festa del papà 2015

 

NELLA TASCA DI PAPA’

 

 

È da tanto che ci penso

Alla Festa del papà

Io gli voglio un bene immenso

Mi dà tanta felicità

 

E allora prendo un legnetto

Le perline e un cordoncino

Voglio fare un pupazzetto

Un pupazzetto piccolino

 

Che nella tasca possa stare

Sempre ogni momento

Come papà sta nel mio cuore

E quanta è la gioia che già sento

 

Se lui mi rimane vicino

Mi sembra di volare

 Proprio come un palloncino

Festa del papà 2014

 

UN PAPA’ CAMPIONE

 

Un trofeo oggi ho preparato

D’argento poi l’ho colorato

 

È una coppa per premiare

Una gara davvero speciale

 

In tutto bisogna essere i primi

Nel cuore di noi bambini

 

Per vincere serve ancora

Un sorriso a ogni ora

 

E un abbraccio grande grande

Come quello di un gigante

 

Ora che vi ho detto questo

Indovinate presto presto

 

Il campione chi sarà?

Non c’è dubbio: è il mio papà

 

Festa del papà 2013

IL MIO PAPÀ

 

Il mio papà lo riconosco da lontano

Mi viene incontro, mi dà la mano

Poi mi abbraccia con tanto amore

E io lo sento nel mio cuore

 

Con lui è bello stare insieme

E quante cose sa fare per bene!

Io vorrei dire mille parole

Ma non basterebbero da sole

 

Allora per lui solo un pensiero

Sembra piccolo, ma è grande e vero:

«Sei come un fiore, sei un cuoricino

Ti voglio bene mio dolce papino»


Commenti

Inserisci il codice
* Campi obbligatori
Attenzione: tieni presente che i contenuti di questo modulo non sono criptati
Non sono ancora stati effettuati inserimenti.

IL PATTO DI MISAMBOR

     IL PATTO DI MISAMBOR

Pianeta Terra, anno 12065. Dopo millenni di battaglie tra tecnologici, ambientalisti e religiosi viene firmato il Patto di Misambor grazie al quale l’uomo dovrebbe vivere felice e in pace per l’eternità. Infatti per i primi secoli le cose vanno esattamente così. Ma “eternità” è parola grossa da digerire: per questo motivo nel Patto di Misambor vengono inserite due clausole: la prima, richiesta dagli ambientalisti, esige che comunque sia previsto un ciclo nascita-crescita-maturità-vecchiaia. La seconda, richiesta dai religiosi e ben più complessa, sancisce la possibilità della morte. Qualunque essere umano muore nel momento in cui sulla terra nessuno gli vuole più bene.

Non c’è neanche uno straccio di astronave in questo romanzo ambientato tra diecimila anni, né si va a passeggio tra le stelle e tantomeno tra le scimmie. In fondo l’umanità riesce sempre a superare se stessa.

 

Autore: Maria Corsetti

Titolo: Il Patto di Misambor

Editore: Falco Editore

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 112

Prezzo: 10 euro

Copertina di Lorenzo Moriconi

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Maria Corsetti 04100 LATINA